919886
oggi
ieri
questa settimana
settimana scorsa
questo mese
mese scorso
Dall'inizio
215
2182
4704
903262
38637
52116
919886

tuo IP: 54.156.82.247

Chi è online

Abbiamo 18 visitatori e nessun utente online

Cerca

Home

Le vacanze estive in Calabria dai miei genitori, hanno reso fattibile quella che da tempo era una promessa fatta a Sebastiano Landolina, ovvero andare in Sicilia a visitare il suo allevamento.

Intanto, venendo a conoscenza della cosa, l'amico Emmanuele Pappalardo ha condiviso la nostra idea unendosi a Sebastiano nell'organizzazione di quelli che sarebbero stati tre fantastici giorni all'insegna dei DM, ma soprattutto dell'amicizia.

Dopo qualche telefonata organizzativa, la data fissata è stata quella del 23/7/16.

Puntuali , alle 5,30 del mattino, io mia moglie e i miei figli siamo partiti alla volta di Avola (SR).

Arrivati a Reggio Calabria, ci siamo imbarcati sul traghetto per raggiungere Messina.

 Da lì, ancora due orette di macchina per raggiungere Avola.

Arrivati a destinazione, Sebastiano, la moglie Nella e suo figlio Corrado erano già ad aspettarci all'uscita dell'autostrada.

Giusto il tempo dei saluti e via, dritti verso il bar di fiducia di Sebastiano,dove ci attendeva una squisita colazione Siciliana a base ovviamente di granita e brioches.

Durante la colazione, Sebastiano mi ha illustrato l'organizzazione della giornata e la visita al suo allevamento era programmata nel primo pomeriggio.

Venendo però a sapere che il locale distava solo trecento metri dal luogo dove ci trovavamo,la tentazione è stata troppo forte .

Cosi, abbandonate moglii e figli al bar, abbiamo fatto una "capatina" in allevamento...

L'allevamento si presentava ordinato e con una razionalizzazione degli spazi degna di chi alleva da diverso tempo e conosce bene le potenzialità del proprio locale.

Dopo il selfie di rito, Seba inizia a mostrarmi i propri animali parterndo da quelli in preparazione per zebras.

Sebastiano seleziona una moltitudine di mutazioni e combinazioni, ognuna di loro allevata con meticolosa conoscenza.

Nelle prime gabbie, a far bella vista, i bruni mascherati maschi che colpiscono per l'ottimo colore,

  

subito dopo inizia li sfilza dei maschi feomelanici, che a mio parere, cosi puliti sul dorso e con disegni cosi buoni in Italia non ce ne sono.

  

Più avanti sono alloggiati i grigi petto nero faccia nera,dove le femmine la fanno da padrone per tipicità e colore.

   

 

Poi è la volta dei bianchi, dove in mezzo a molti soggetti in preparazione, spicca un maschio da urlo.

 

 

Andando avanti arrivano i guancia nera in tutte le salse ed anche qui, alcuni soggetti hanno un'ossidazione veramente eccellente.

       

Intanto il tempo è volato e le telefonate delle mogli leggermente arrabbiate si facevano sempre più insistenti e minacciose, quindi siamo andati a pranzare a casa di Sebastiano.

Dopo pranzo,come programmato,nonostante il caldo quasi isopportabile, abbiamo passato un bellissimo pomeriggio a visionare soggetti,parlare di alimentazione,integratori e tecniche d'allevamento.

In serata,la stanchezza si è fatta sentire ed allora, tutti a letto presto poichè all'indomani ci avrebbe raggiunto Emmanuele e tutti e tre saremmo andati a visitare l'allevamento di Pippo Campo a Ragusa.

Domenica mattina ,puntuali, Emmanuele e la sua dolce metà Elena sono arrivati ad Avola.

Purtroppo,Sebastiano ci ha informato che la visita da Pippo era saltata per improvvisi impegni di quest'ultimo, cosi abbiamo "ripiegato" con  una bella mattinata nella fantastica spiaggia del paese.

Al riento,per la felicità di mogli e fidanzate, è stata obbligatoria una tappa insieme a Manu per "ripassarci" i soggetti di Seba.

...Poi tutti a Noto (Sr) a pranzare e visitare il bellissimo centro storico..

Giusto il tempo di tornare in albergo,fare una doccia e riposarci, era già ora di dirigerci verso Portopalo (RG) dove ci attendeva una gustosa cena a base di pesce fresco.

Il giorno seguente, salutati Sebastiano e famiglia,era giunta l'ora di tornare a casa, ma prima ci attendeva la seconda parte degli allevamenti siciliani, ovvero quello di Emmanuele .

Imboccata l'autostrada,dopo circa un'ora di viaggio,siamo giunti a Catania, dove all'uscita dell'autostrada c'era il buon Manu che ci aspettava.

Immediatamente, ci siamo recati presso il suo allevamento.

Entrando, quello che salta subito all'occhio è l'ordine e la pulizia del locale allevamento.

Tutto è posizionato con una precisione quasi maniacale. 

Gabbie cova, gabbioni da svezzamento,gabbie da preparazione e voliere sono stati accuratamente collocati nella giusta posizione senza tralasciare il ben che minimo particolare.

Aereazione perfetta e luce solare(oltre a quella artificiale) rendono il locale perfettamente idoneo alle esigenze dei pennuti. 

Emmanuele, alleva Dm da circa tre anni ed è incredibile, in questo lasso di tempo relativamente breve, quanta competenza abbia acquisito dimostrando di aver raggiunto livelli ragguardevoli sia nella conoscenza del Diamante Mandarino che delle sue tecniche d'allevamento.

Manu è l'esempio che con  la passione si può arrivare ovunque!

La prova di quanto scritto sopra è nei suoi soggetti,tutti animali di gran livello con strutture invidiabili!!!

In allevamento, Manu ha Grigio,Grigio petto nero,grigio petto bianco, alcuni bruni petto nero e quest'anno ha ottenuto dei portatori di dorso chiaro Pn.

I gr pn sono veramente belli, con una forma strepitosa

 

 

I petto bianco, soprattutto le femmine,a mio parere, diranno la loro negli show che contano

 

...e pre la prossima stagione sono pronti dei // di pn con sangue "straniero" che non hanno bisogno di commenti.

Oltre ai suoi animali, ho avuto il piacere di poter ammirare una parte dei soggetti di Francesco Cappuccio che momentaneamente sono ospitati nel locale di Manu.

Anche Francesco mi ha sbalordito con i suoi animali.

Femmine Grigie eccezionalmente belle sia per forma,colore e disegno,maschi grigi dorso chiaro con un disegno eccellente.

 

Concludendo questo resoconto, non posso che fare i complimenti a Sebastiano, Emmanuele e Francesco che con enorme passione e dedizione stanno portando avanti un progetto veramente ambizioso, lavorando con criterio e dando un valido contributo alla selezione italiana del Diamante Mandarino.

Veramente detto col cuore: BRAVI!!!!!

 

Come al solito, snche questa volta ho fatto qualche domanda ad entrambi gli allevatori:

 

  

INTERVISTA A EMMANUELE PAPPALARDO

 

Come,quando e con quali specie e' iniziata la tua avventura ornitologica?


E' iniziato tutto per caso circa 5 anni fa quando vidi a casa di un amico dei pappagalli e i primi diamanti mandarino diversi dai soliti che si trovano nelle uccellerie,erano piu' grossi e mi hanno subito colpito.Quindi iniziai proprio con dei pappagalli e qualche coppia di questi diamanti mandarino,ovviamente essendo nuovo non selezionavo,ma mi stavo appassionando,informando e documentando su tutto quello che riguardava il DM,iniziavo a studiare la genetica,lo standard e tutto cio' che mi potesse servire per iniziare a pensare seriamente a selezionare questo splendido uccellino.Fu cosi' che decisi di togliere tutti gli animali che avevo in allevamento e ripartire con animali migliori.Cosi' 2 anni fa salii per la prima volta a zebra's e mi si aprii un mondo,fu li che presi i miei primi "veri" dm.


Quali sono le mutazioni che attualmente allevi?


Allevo grigi,grigi petto nero,grigi petto bianco e bruni petto nero .


Dove allevi?


Adesso finalmente ho cambiato locale ed allevo in un garage,ho costruito delle voliere e sistemato tutto per poter ospitare 60/70 coppie.

Vuoi parlarci delle tue tecniche di allevamento?


Inizio a formare le coppie a fine ottobre,circa 2 settimane prima fornisco il pastone ai riproduttori in modo che si preparino per bene.Non supero mai le tre covate per coppia e aspetto i piu' pigri fino a meta' Aprile,quando solitamente finisce la mia stagione rioproduttiva.A volte se le coppie non mi convincono o non sono affiatate le cambio e riparto,solitamente queste manovre le faccio quando non allevano bene e devo dire che cambiando molte volte risolvo il problema.
Per lo svezzamneto utilizzo gabbioni da 90 e 120,successivamente i migliori passano in voliera.A fine riproduzione separo i riproduttori maschi dalle femmine per godersi il meritato riposo.


......e l'alimentazione?


Utilizzo misto per esotici al quale aggiungo scagliola bianca,pastone secco con aggiunta di vari prodotti per arrivare complessivamente a circa 24% di proteine(bagno il pastone in modo da renderlo soffice e morbido).Fornisco erbe pretive quando disponibili.


Utilizzi farmaci per trattamenti precova?


Fino ad ora non ho mai fatto trattamenti precova,quando necessita intervengo,reputo sia giusto intervenire quando serve e comunque ogni allevamento e' diverso da un'altro e soggetto a diverse patologie per questo non penso esistano delle linee standard da seguire in linea generale.


Come prepari i soggetti per le mostre?
Circa 2 mesi prima separo i soggetti da me individuati come possibili animali da presentare,li alloggio in gabbie da expo in modo che si abituino,fornisco solo misto per esotici e cerco di fare in modo che non ingrassino.Curo becchi e zampe per cercar di riuscire a presentarli nel modo migliore possibile.Bagnetti 2/3 volte a settimana.Preparare e' un'arte e qui come in tutto il resto ho molto da imparare.


Utilizzi balie?


No,assolutamente,dobbiamo preservare l'imprinting di questi animali,al massimo aiuto le coppie svogliate con qualche imbeccata i primi giorni,poi vanno avanti da soli.


Quali sono i tuoi progetti futuri?


Vorrei iniziare la selezione del Gr dch pn(quest'anno ho fatto i portatori) per poi magari lavorarli anche con il Pastello e il Faccia Nera.So che e' un lavoro molto lungo ma lo affrontero' senza pretese perche' per me il Gr P FN dch pn e' la combinazione piu' bella che c'e'(questione di gusti ovviamente).

 

 

INTERVISTA A SEBASTIANO LANDOLINA

 

 

 

Come,quando e con quali specie è iniziata la tua avventura ornitologica?

Fin da piccolo sono sempre stato affascinato dalla natura e dai volatili in special modo.

Allevo dal 1996 ed ho iniziato con i canarini nero pastello ala grigia.

Sette anni fa un amico giudice iei mi regalò una coppia di DM grigi e da li mi sono appassionato a questo esotico.

Quali sono le mutazioni che attualmente allevi?

Allevo grigio,bruno,bianco,feomelanico, bruni mascherati, petto nero faccia nera, guancia nera e guancia nera combinati con mask, dch,fn e pn.

Dove allevi?

Allevo in una mansarda di circa 25 mq

Vuoi parlarci delle tue tecniche d'allevamento?


Acqua, misto e pastone sono il segreto del mio allevamento,altro non c'è.

....e l'alimentazione?


Utilizzo un buon misto esotici arricchito con scagliola con percentuali variabili a seconda del periodo.
Il pastone che utilizzo è un morbido integrato con vari prodotti che negli anni ho scelto secondo le mie esperienze e i risultati ottenuti.

Utilizzi farmaci per trattamenti precova?


Si, faccio due trattamenti l’anno: uno precova ed uno durante l’allevamento. In entrambi i casi somministro prima un antimicotico e successivamente un trattamento con antibiotici a largo spettro il tutto seguito dalla somministrazione di fermenti lattici.

Come prepari i soggetti per le mostre?

I soggetti che scelgo per le mostre vengono messi in gabbia da 60 divisa in due ,uno per lato.  Fornisco il bagnetto un giorno si e due no.

Quante coppie formi ogni anno?


Ogni anno formo circa 62 coppie di dm.

Utilizzi le balie?

No, perché se gli animali sono in salute e di buon ceppo non c’è bisogno.

Quali sono i tuopi progetti futuri?


Il mio sogno, dopo tanti anni di allevamento e selezione, è di riuscire a partecipare ad uno show in nord Europa dove il livello di selezione di questo esotico è al top.

La massima aspirazione è Druten.....